Chi puņ diventare donatore del Registro?
I familiari di un paziente candidato al trapianto di midollo osseo possono sottoporsi al prelievo di midollo osseo per il proprio congiunto a qualunque età, da 1 anno e anche meno fino a 60 anni e più, a giudizio del medico responsabile. E’ necessario il preliminare rilascio di un libero consenso informato da parte del donatore che, per i minorenni, deve essere dato dai genitori o da chi li può sostituire a termini di legge. A differenza dei donatori familiari, chi vuole diventare donatore del Registro regionale (e quindi nazionale) deve avere un’età non inferiore a 18 anni (come per i donatori di sangue) e non superiore a 45 anni. Il Registro nazionale indica, come limite per l’iscrizione nel Registro, l’età di 35 anni. Ma poiché questa è una scelta basata su motivazioni economiche, e non mediche, tale limite non è assoluto, e il Registro nazionale accetta i donatori iscritti nel Registro sardo fino all’età di 45 anni. Infatti, una volta iscritti nel Registro, i donatori vi rimangono e possono essere chiamati per la donazione, fino al compimento di 55 anni. In ogni caso, prima del prelievo di midollo osseo, si verifica per ogni donatore, che siano rispettati tutti i criteri di inclusione e di esclusione, momentanea o definitiva, previsti per la donazione (v.tabella 3),e si procede quindi a una serie di controlli medici che hanno lo scopo di accertare le condizioni di salute e, in particolare, di eliminare tutti i possibili rischi per il donatore e per il paziente (v.tabella 2).