Annunci

Sabato 7 maggio 2011 è stata istituita a Mandas la sezione comunale dell'A.D.M.O.

Il Consiglio Direttivo dell'A.D.M.O.  era rappresentato dal Prof. L. Contu, dalla Sig.ra A. Fulgheri, e dalla Sig.ra A. Urru.

 Hanno partecipato all'evento,  aperto da una conferenza del Prof. Licinio Contu su 'Donazione e uso delle CSE', autorità politiche, religiose e sanitarie del Comune.

 
Home arrow Conclusioni
Conclusioni PDF Stampa E-mail
Lo scopo di questo lavoro era quello di dare delle informazioni chiare ed aggiornate, anche se essenziali, a tutti coloro che, con finalità ed, interessi differenti, guardano alle problematiche della donazione e del trapianto di CSE. Gli aspetti biologici e medici sono stati trattati nel primo fascicolo.
Gli aspetti organizzativi tecnico-sanitari e promozionali relativi al reclutamento dei donatori, alle procedure per l’iscrizione nel registro dei donatori di midollo osseo, e alla selezione dei donatori, in caso di trapianto, sono trattati in questo secondo fascicolo. Molti medici ed altri operatori sanitari che devono affrontare quotidianamente problematiche del tutto differenti, potranno trovarvi l’occasione per una revisione rapida delle conoscenze su un capitolo della Medicina che diventa sempre più di interesse generale.
Chi ha scelto di impegnarsi attivamente nel volontariato con lo scopo di promuovere la donazione delle CSE e di poter dare informazioni corrette a chi è interessato a diventare donatore del Registro, potrà avere uno strumento conoscitivo sicuramente utile ed aggiornato. Ma io spero che tutti riflettano, specialmente i giovani, sul messaggio
fondamentale che ha ispirato e giustificato questo lavoro.
La disponibilità di vasti Registri di donatori non familiari di CSE completamente tipizzati per i geni HLA di classe I e II è indispensabile per dare una speranza concreta di guarigione alle migliaia di malati, di ogni età e condizione sociale, che, in ogni paese del mondo, sono afflitti da gravissime malattie e da terribili sofferenze fisiche e morali.
Non vogliamo che la loro richiesta di aiuto rimanga inascoltata. Ma questo dipende dal numero di donatori disponibili. Occorrono diverse decine di migliaia di donatori per trovarne uno compatibile con uno dato malato. E per alcuni malati ne occorrono molti di più. Il registro sardo conta oggi più di 21.000 donatori: 13 donatori ogni 1000 abitanti. E’ il miglior registro d’Italia. Ma è ancora insufficiente. Molti, troppi malati attendono invano un donatore.
Rispondiamo dunque subito con un atto d’amore a chi è stato meno fortunato di noi. Chiediamo di entrare a far parte del Registro dei donatori di midollo osseo. E’ facile e non impegnativo.
 

©2008 A.D.M.O. tutti i diritti riservati.